Crisi di coppia

Quella notte sarebbe stata la sua notte.

L’aveva preparata alla perfezione, si era messa in tiro come non mai e lui stavolta avrebbe cambiato idea. Era stanca delle continue imprecazioni, delle innumerevoli volte in cui quell’uomo così mite aveva perso la pazienza con lei arrivando a metterle le mani addosso.  Per fortuna aveva imparato a schivarle – le sue enormi mani – belle e gentili con altre femmine ma non con lei. Forse lui pensava di non essere visto ma lei sapeva tutto. Che ingenuo! Il loro rapporto non funzionava e non riusciva ancora a capacitarsene. Come si dice? “Il dialogo è la base di ogni coppia”. Come fare però se ogni volta che gli si avvicinava la zittiva? Da fuori sembrava tutto rose e fiori, una vita idilliaca, roba da film Disney o spot della Apple. Non andava certo a sbandierare ai quattro venti che il suo uomo la detestava, non scherziamo. Le sue amiche stentavano a credere che lei fosse durata così tanto con lui. “Stai ancora a casa sua?” le dicevano con quella loro aria stupita mentre un retrogusto amarognolo, a base di invidia, insaporiva le loro frasi dolciastre del tipo “siete una bella coppia”, “chi l’avrebbe mai detto” etc. etc. Per non parlare delle zitelle che, con la loro acidità, fingevano di preoccuparsi “un giorno o l’altro ti ucciderà!”.  La sua era una guerra di logoramento, una battaglia di resistenza, ogni notte in trincea ad aspettare il tintinnio delle chiavi nei pressi della porta di casa. Avrebbe dovuto rinunciare a quel meraviglioso essere umano, alla sua vitalità e al suo possente corpo? Lo amava e lui avrebbe fatto altrettanto, ad ogni costo. Quella notte avrebbe colpito nei suoi punti deboli, le sue parti scoperte. Sarebbe stato lui senza difese, alla sua mercé, e l’avrebbe amata, finalmente. Le sembrò di udire il rumore delle chiavi in lontananza. Tirò un lungo sospiro e si lanciò verso il portone.

L’uomo entrò, fece un passo e sentì il familiare ronzio. Cominciò ad imprecare contro la solita stramaledetta zanzara, per l’ennesima volta.

Un pensiero riguardo “Crisi di coppia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.