Scribacchiando

Il mago sospeso

Le luci delle insegne al neon si riflettono sulle pozzanghere della strada. Ha solo piovigginato ma puoi ben ricordarti il peso di ogni goccia. Il sole ora sta calando sonnolento, colorando di arancione il cielo e mescolandosi al turchese di qualche sparuta nuvola. Con movimenti al rallentatore ti muovi tra la sguardi curiosi dei passanti che, tra un’occhiata alle vetrine ed una ai poster del cinema di fronte a te, si accorgono in questo momento della tua grigia presenza. Quelle stesse persone che, a parte qualche bambino con occhi spalancati e dei turisti che erano in voga di scattare foto a qualsiasi fosse comparsa nel loro campo visivo, erano rimaste del tutto indifferenti a te ed alla tua magia.

L’incantesimo si sgonfia come un palloncino bucato mentre il bastone rimane erto come una esile colonna di un tempio greco ormai in rovina. Tu scendi, un muscolo alla volta. Hai le gambe a cavallerizzo e, come un cowboy stanco per le miglia a cavallo, provi a muoverle cercando di riattivare la circolazione. Lo hai fatto per quante volte…migliaia? Eppure ogni volta hai il dubbio che quel formicolio non passerà. Non dedichi nemmeno un secondo al piattino per le offerte, sai benissimo l’incasso dell’ennesima giornata passata in sospeso, tra quel bagnato marciapiede e quel cielo così immenso. Raccogli la tua borsa, ti togli il cappello color latta e la giacca coperta da strati di vernice metallica mentre il trucco in viso è spaccato da qualche crepa rosa. I passanti si voltano e sono stupiti, ora.

Hanno scoperto il trucco.

La magia, come la giornata, è ormai finita.

Annunci

2 pensieri riguardo “Il mago sospeso”

  1. Ho adorato questo racconto! Letto di getto, bevuto come si farebbe con uno shot in un bar affollato di New York o un bicchierino di Tequila battuta sul bancone con fare da turista virile in quel di Caracas, perché il tuo è un tranche de vie delicatissimo, che però si riesce a trangugiare di colpo e che ti riempie e ti riscalda la gola ed il cuore.

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.