Cinema

American Hustle : la truffa non è mai stata così bella

AMERICAN HUSTLECi sono film che esaltano la bravura degli attori. Ci sono film che è un piacere guardarli per vedere chi, nel cast, riesce a superare tutti gli altri in bravura. Ci sono film che ti regalano 2 ore di intrattenimento.

American Hustle è uno di questi.

Del buon David O. Russel avevo visto sin’ora solo l’emozionante the fighter (che è valso l’Oscar a Bale e direi che era d’obbligo) e vi devo dire che se non fosse stato per il cast non mi sarei fiondato in sala. Mi piace  il genere e il periodo (anni ’70, wow! ) però alla fin fine questo tipo di film per “colpire” e uscire dai soliti clichè ha due strade: sceneggiatura superba o attori superbi. Dato che ormai trovare la prima è abbastanza arduo, ecco che rimane solo la seconda possibilità.

Premessa n.1: Bale è il miglior “giovane” attore in circolazione insieme a Di Caprio, secondo me.

Premessa n.2: non è che il resto del cast sia da meno.

Trama

Detto ciò, non mi dilungo troppo sulla trama. Non aspettatevi intrecci particolarmente complessi però la storia fa il suo senza infamia e senza lode. C’è un buon colpo di scena nel finale (come deve essere) e la linearità viene spezzata da continui flashback che danno dinamismo e tengono il ritmo sostenuto. In breve vengono narrate le vicende di una coppia di truffatori professionisti (Bale e Adams) che avranno a che fare con un agente  dell’Fbi ambizioso (Cooper) e un sindaco puro di cuore -o quasi- interpretato da Renner. I dialoghi sono buoni e il registro non è mai serioso, concordo con chi dice che vengono mescolati generi diversi. Punto. Il vero punto di forza è altro, come avrete potuto capire.

Cast

Eccoci al cuore di tutto il film: un top team di attori che difficilmente, diciamoci la verità, poteva fare male.Dal trasformista Bale (dire superbo è dire poco), alla Lawrence (si trova sullo schermo dappertutto: da teenager movie come Hunger Games a film un pò più per adulti) che da una grandissima prova senza cadere nella macchietta, dalla bellissima e bravissima Adams (alquanto scollata, per usare un eufemismo) a Cooper che quando c’è da fare l’ambizioso-buono di cuore mi convince sempre (ad esempio in Limitless). Infine menzione anche a Renner il quale, dismessi le imbarazzanti vesti di Occhio di Falco (eroe più anonimo non esiste nel panorama cinecomic ad oggi) dimostra di meritarsi il posto insieme ai suoi illustri e titolati colleghi. Quello che colpisce maggiormente è l’intensità dell’intepretazione, riescono tutti (si, anche Renner) ad essere credibili. Bale ,con un panzone da arresto immediato, tira fuori un personaggio sfaccettato col quale già dopo 5 minuti di film andiamo ad immedesimarci. La Adams interpreta alla grande un truffatrice rappresentando l’altra metà del cielo del protagonista riuscendo a farci credere di stare osservando una affascinante, complessa, ambiziosa, innamorata donna. E che dire della Lawrence? Interpretare un personaggio stupido non è un compito banale perchè c’è il rischio concreto di scadere nel ridicolo. Per lei questo non è stato un problema riuscendo a centellinare la sua interpretazione a tal punto che cominci veramente a credere che persone del genere esistano. Cooper e Renner si dimostrano all’altezza: il primo nella sua parte preferita (ha proprio la faccia da “furbone”, non so se mi spiego), il secondo nei panni di un sindaco quasi onesto (utopia al giorno d’oggi, spero di non essere tacciato di populismo).

Regia

La regia di Russel mi piace, pulita ma non noiosa. Riesce nel suo intento di mantenere il film su un registro semi-serio senza scadere nel grottesco. Dopo the fighter (cercherò di recuperare gli altri film)  anche in questo film gli attori sono giusti per il loro ruolo e sfoderano grandi prove, sembra proprio che sappia gestire e dirigere bene un cast di attoroni esaltando le loro superbe qualità.

Menzione d’obbligo anche per la musica che ci cala negli anni ’70 attraversando generi diversi, dalla dance al rock. I costumi e la scenografia sono curati e non pompati come è giusto che sia. Capigliature dei protagonisti inquietanti ma azzeccate (nonchè simboleggianti il tipo di personaggio che le indossa, fateci caso. Il truffatore che nasconde la calvizie con un artifioso ripiego o i riccioli curatissimi dell’agente che vuole apparire più chic di quel che è ).

Per concludere io ve lo consiglio caldamente. Non so se e quante statuette riuscirà a prendere. Ritengo che, malgrado il tema trattato, sia un film “onesto”. Non promette ciò che non mantiene. Non si atteggia da capolavoro (e non lo è) ma è un gradevolissimo film di intrattenimento (di questo tenore Prova a prendermi è simile. Sarà un caso che attore protagonista sia Di Caprio, altro ottimo caratterista?).

Clip in regalo.

Annunci

3 pensieri riguardo “American Hustle : la truffa non è mai stata così bella”

  1. American Hustle, sul quale anch’ io ho scritto un post (http://wwayne.wordpress.com/2014/01/08/il-fine-giustifica-i-mezzi/), é un classico film di David O. Russell: sceneggiatura di ferro, interpretazioni impeccabili, ritmo incalzante, uso intelligente della colonna sonora… oltre ad essere perfetti tecnicamente, hanno anche una loro anima, un entusiasmo che tracima dalla prima all’ ultima scena. Sono film fatti con il cervello e con il cuore, dando il giusto spazio sia all’ uno che all’ altro.
    Hai ragione, Amy Adams é stata bravissima. Mi ha davvero sorpreso. Non perché dubitassi del suo talento (chiunque l’ abbia vista ne Il dubbio ne sarà rimasto folgorato), ma perché la ritenevo troppo brava ragazza, e quindi completamente fuori parte nel ruolo della femme fatale. E invece ha dimostrato che, come tutte le grandi attrici, é in grado di interpretare qualsiasi tipo di ruolo. Sarebbe un delitto non certificare il suo status di attrice completa con uno scintillante Oscar… delitto che probabilmente avrà luogo, visto che secondo i pronostici per quella categoria sarà una lotta a due tra Cate Blanchett e Judi Dench.

    Mi piace

    1. Complimenti per il post, bella la lettura focalizzata su Polito e Di Maso.
      Anche io avevo un pò quell’immagine “acqua e sapone” della Adams anche se, in effetti ,ora che ci penso un’interpretazione ottima fuori dal canone di brava ragazza c’era stata anche in the fighter ( https://www.youtube.com/watch?v=_qmjAqkRCjc una scena che avevo rimosso).
      La Adams ha dalla sua l’età, se continua così la statuetta sarà questione di tempo. Certo che avere oggi la meglio su due mostri sacri del cinema come quelle due è un’impresa titanica.

      Mi piace

      1. Purtroppo non sono altrettanto sicuro che la Adams riuscirà prima o poi ad agguantare il tanto agognato Oscar. Come scrivi giustamente tu, quest’ anno parte da sfavorita perché le stanno davanti i due mostri sacri Blanchett e Dench: il guaio é che ci saranno SEMPRE almeno uno o due mostri sacri a romperle le uova nel paniere, e quindi non é scontato che lei riesca prima o poi ad aver ragione della concorrenza. Stavolta ci sono la Blanchett e la Dench, magari la prossima volta ci sarà Helena Bonham Carter, Glenn Close, Viola Davis o chi per loro.
        Contraccambio i complimenti: la tua sintesi della trama é molto migliore della mia. Avevo provato a scriverne una che includesse tutti i personaggi più importanti del film, ma non ci riuscivo: o raccontavo le vicende amorose dei protagonisti, o spiegavo il loro piano per incastrare Carmine. Una recensione che si soffermasse su entrambi gli aspetti mi sarebbe venuta lunga 2 chilometri, e non l’ avrebbe letta nessuno. Purtroppo mi manca il cosiddetto “dono della sintesi”. : )
        Grazie mille per la risposta, il “Mi piace” (apprezzatissimo) e il follow (ricambiato)! : )

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.